Loading...

Tell Your Story

Mi racconta qualcosa di lei o della sua vita?

Selectable keywords

Click on a keyword to update the search results.

Audio

Transcription

pare che ci siamo fermati pressappoco alla lì perché va fino al 1989 da quando sono andato in pensione, c'è una brevissima premessa che mi sembra che nel Dopo la laurea di mio figlio Carlo 84 e lui ha deciso che il militare non voleva farlo e siccome medico si è informato e ha trovato il cuore che gli offriva la possibilità di andare in Mozambico e E fare il servizio civile anziché il servizio militare. Presa al volo. Anche se prima si doveva andare in Tanzania e la famiglia era abbastanza soddisfatto per il paese, tranquillo. Poi quando hanno deciso che dovresti andare in Mozambico è stata un po' più di titubanza nella faccenda, però non dipendeva da noi fatto che dopo due anni che Carlo era in Mozambico dal 86 all'88, decidiamo di andare a trovarlo 15 o 20 giorni, siamo partiti prudentemente. Mia moglie ha fatto un'assicurazione perché lasciamo a casa altri due figli e siccome si andava in un posto dove c'era la guerra con i Mi piacevano è stata una cosa potente. Ma c'è poi un momento in cui effettivamente abbiamo pensato che fosse una buona operazione fare un assicurazione dopo arriviamo A maputo dopo un viaggio abbastanza lungo. Partendo da Torino Parigi Parigi maputo c'era una linea della Parigi e Lisbona. Piccolo dettaglio a Lisbona, c'era una suora che aveva un grosso microscopio per ragioni sanitarie, chiedeva se qualcuno poteva darle una mano per caricarlo sul per non metterlo nella ma mentre eravamo lì. Guarda la suora guarda mia moglie. E quando sente che noi siamo in viaggio per il Mozambico fa. Ma per caso lei non è mica la mamma del dottor Carlo? In effetti sì, abbiamo fatto anche il viaggio di andata Breve sosta, Brazzaville con un aeroplano ancora di quelli quattro motori, ma motori a scoppio quindi un Baccano della malora. Vabbè fatto finora un Boeing, poi i numeri dei Boney arriviamo noi siamo ospitati nella Foresteria del del E dopo due o tre giorni dopo aver sentito che profumo aveva l'aria della guerra che non erano a fare da poco andiamo all'aeroporto e con un piccolo aeroplano avioneta un solo motore un solo pilota. Benissimo, ci imbarchiamo un certo punto il pilota scende dal suo posto e va in coda aereo. Lo alza un pochino per vedere se era bilanciato. Allora Scarica la nostra valigia perché era più pesante e dopodiché. Vabbè adesso siamo a posto. Va bene? Andiamo d'un convento Caino. Ovviamente l'aereo deve viaggiare Controvento per potersi alzare e questo il rumore di quel motore sembra proprio una un piangente un accidente della Madonna fatica boia proprio per riuscire a prendere quota poi una volta che è stato sopra e mia moglie che era seduta vicino a me fa meno male che abbiamo fatto l'assicurazione. E questo va bene scendiamo a maputo. Dopo un'oretta di volo 250 km. Ma quelle gli aeroplani linea tenendo conto che un motore solo il primo pensiero viene. Speriamo che tenga un solo volta, speriamo che non gli prende un coccolone siamo arrivati, poi ci troviamo qui le suore. Perché che sono venute a trovarci in in aeroporto? No? Succede che andiamo da Carlo e ci fa fare un giro nei posti lì nel dintorno perché era guerra. E quindi in ogni dove si poteva c'era una Ecco questo forse vale la pena anche di dirlo che è poi una cosa che ho sperimentato e ho avuto conferma. Anche successivamente che c'era una specie di Tacito accordo tra una lumaca, cioè una di una multinazionale del cotone e dell'Agricoltura. Che avrebbe dovuto pagare i terreni sui quali doveva pagare indennizzare la gente che doveva andar via dai propri territori per i e non so bene come sia stato dove esserci un segreto compromesso tra le due parti tra il Governo rivoluzionario visti e comuni sovietico era multinazionale di stile molto occidentale, però. E poi c'era la guerriglia che era contro il governo, allora quelli della guerriglia e andavano nei paesini ammazzavano un po' di gente la gente scappava la lumaca si presentava al governo di questo territorio che tutto E allora glielo davano In concessione senza fatto questo comincia questo questo giro in ospedale per raccontare tutto perché ne e poi un giorno qui Carlo. Ci porta in un borgo in un piccolo paesino, ma Chiama Più che altro una sveglia, cioè qualche qualche un po' di capanne dove una suora italiana come sue consorelle. Avevano un centro di salute così chiamato per e soprattutto per i bambini malnutriti. Portala con queste suore. E poi come suore. Vabbè ci si vedeva ogni tanto. Ora di partire per tornare in Italia Dico alla scuola. Senti io l'anno prossimo sono in pensione, se hai qualcosa da darmi da fare e ci sono. Natale mi arriva una letterina in cui gli fanno presente che ci sarebbe stato un ospedali un piccolo centro di salute di dove c'era già questo ti consente un po' più attrezzato con un servizi esterni richiamano che sarebbero i ambulatorio Benissimo allora. Vado in pensione fine marzo dell'89 a luglio, prendo l'aereo e vado a fare quello che mi hanno chiesto di nuovo un con tutte le cose e finalmente arrivo lì in questo paesino dove. E ci sono andato contro il parere di dell'addetto alla sicurezza del luogo perché la era fuori il controllo dall'esercito. Comunque va Va bene il comincio che per i primi quindici o venti giorni sono andato in giro accompagnato dalla scuola a vedere come fanno le costruzioni lì perché non potevo immaginare neanche volevo chiedere quello che loro non avevano l'abitudine di fare insomma che poi metto Giusti disegni, secondo i precetti di questa suora qui che non aveva non aveva i baffi umani, ma aveva due baffi a manubrio di quelli che andare. Mettiamo giù e si parte con la squadra di uomini che hanno trovato e si fanno le fondazioni mio permesso scadeva dopo dopo tre mesi 3 mesi, poi c'erano sempre tre mesi un po' fatto sta che Vabbè, andiamo avanti si lavora cosa del genere si sentivano delle scaramucce tu perché si deve vestire e 3-4 giorni prima di partire una sera cominciamo a sentire degli spari. Allora io mi sono trovato steso sul corridoio della casa dove eravamo noi è seduto per terra perché nel corridoio perché sulla destra due muri e sulla finestra altrettanti io e quattro cuore suore e siamo lì 2 ore e mezza di un Arcano della malora che non finiva più. Certo punto sento tipo che conosci un po' Come mai Che cos'è sto rumore della suora? Che che aveva paura, poi l'unico non dico cosa qual era la vita lì, ad esempio la doccia col pentolino un secchio d'acqua con un pentolino una cosa significativa è stata questa che quella donna che provvedeva l'acqua per la casa e la tirava su Dal Pozzo aveva un bambino sulla schiena. Per un mese di fila a malapena mi diceva Buongiorno. Dopo pronto, dopo un mesetto la mattina si è messa a chiacchierare domanda alla sua. Dimmi un po' Ma cos'è capitato quella lì, quella lì si domandata per un mese, che cosa eri qui a fare? Qui Qui è la prima lezione che che prendi che credi di andarli a fare il bellimbusto, ma l'hotel quadrano bene prima di va bene e poi allora mancavano tre giorni, avrei dovuto andar via subito ma loro volevano fare la festa. Ho detto vabbè, fermiamoci ancora tre o quattro decidono per la festa è la festa è consistita nel passare da fare il pranzo insieme con un Tra l'altro un capretto portato da uno che ha fatto 30 km 30 ma sono cose da ricordare queste qui perché ho fatto 30 km per Perché Perché meritava la cosa. Quel giorno della festa domenica cominciano a mezzogiorno e andiamo avanti andiamo anche un certo punto dico la sua fra un po' il sacerdote che veniva la domenica quando poteva la mira ASD che se ne andrà via e andare via, andiamo via mi sono sentito. Ma come Ma sei matto? Sono qui per fare festa, andiamo avanti fino alla fine e difatti. Quel giorno lì signore che ha regalato la presenza di questa gente contenta per farmi la festa, quindi. Però a metà all'ora di merenda. La suora mi dice vieni a sederti qui e mi mette un piatto sulle ginocchia e dice Adesso passano per darti dei soldini perché tu possa utilizzarli per il viaggio altra botta. Calci nel sedere perché li baci e abbracci il giorno può corrodere ne parliamo. Ele l'anno successivo vado intanto quel lavoro lì era stato sospeso perché c'era la guerriglia. A particolare è il capomastro, diciamo così il capo del della squadra che ora mi ha chiesto tu prima di andar via deve arrivare con i mattoni fino all'altezza delle finestre in modo che io sappia qui c'è il muro. Qui c'è la finestra. Qui c'è una porta e là dentro ci sono in 3 mesi. Dopodiché ci aggiustiamo noi siamo arrivati a quello che si devono e me ne sono andato. E Rifacciamo il viaggio di ritorno contenti e beati dopo aver salutato il figlio e gli amici suoi. L'anno dopo di nuovo giugno così le condizioni lo consentivano. E allora sono tornato giù. Sono tornato su e abbiamo fatto una casa per raccogliere. Ma questo non Borgo nera nella cittadina per accogliere ragazze che venivano a fuoco di dove c'era un centro un po' più grosso con la scuola per studiare e fare benissimo anche lì anche lì la solita raccomandazione e mi arriva alle finestre di no lo stesso discorso di prima perché loro non hanno almeno. Allora non avevano capacità di trasferire da un disegno alla realtà al lavoro. Benissimo. Facciamo tutto questo e arriviamo lì e intanto un paio di volte sono andato a vedere il lavoro di prima e poi e poi via sono tornato qui quando arrivo a Torino, dopo qualche tempo il qua quello che aveva e dove per il quale con il quale Carlo era in Africa e mi chiede se posso andare giù a fare una sostituzione di un regista in capitale benissimo, vado giù soliti cose ministeri e cose del genere, comunque lì era un po' più pacifica la cosa in capitale perché e vado giù quella volta lì è quello lì era già il 91 e intanto si parlava già che qualcuno poi sapevo che era il nostro Ambasciatore in Mozambico. è il vescovo di Beira, cioè Il nostro Ambasciatore trattava non per conto perché è stata un'iniziativa tra i due, cioè sapendo che c'era questo è il vescovo di Elena che era la zona dove fioriva la la la rivoluzione della guerra civile e incominciano a fare le trattative e naturalmente soggiorni lì non erano una gran meraviglia, però eravamo in città, quindi un'altra cosa. E nel 91 giù di lì comincia a serpeggiare l'idea che forse si poteva arrivare a una composizione della cosa. E intanto trattative. Finito il mio turno ritorno a casa, dopo qualche tempo non voglio qualche mese altra telefonata del direttore del pua alle 9 di sera era il suo stile Sta attento Benetton. Sta attento e allora Don Luigi. Dimmi dove devo andare quando Perché ormai avevo capito la tua. È giù di nuovo un'altra volta nel 92 questa proposta di pacificazione fiere consolidata il primo ottobre del 92 dovevano sottoscrivere la pace frelimo a governo renamo bandus come chiamava bambini. Il primo dei gol Verso sera arriva la notizia che c'erano delle difficoltà nel corso del genere. In città c'era un attenzione come se fosse stato un solido 380000 volt di corrente. ma e bisognava a l'ambasciata a tutti gli italiani ha mandato un messaggio che non uscisse che non si usi, quindi 2-3 giorni di tensione proprio altissima, il 4 mattina arriva la la notizia che tramite con il tramite che durava già da tempo del Sant'Egidio di comunità di San Siro, ma ci sarebbe firmata la pace esplosione di gioia di felicità. Poi giù ci sono andato altre volte e poi non solo in capitale, ma anche a Beira dove Carlo era tornato una volta e io ero giù per dare una mano per riparazioni varie delle costruzioni delle cose del genere e compiti, magari perché lì poi devi Adattarti a fare tutto quello che c'è bisogno di fare va bene e nel diciamo così nel 94 finisce la mia avventura in Mozambico diretta ufficiali, nel frattempo dopo la fine della guerra sono andate avanti, ma calma, bisogna era il capitolo. Quindi dal 92. Dall'ottobre del 92 al 94. Quando è stata l'ultimo incarico che hanno poi ce n'è stato uno nel 99, ma quello lì era anche lì la pace si consolida e nel frattempo ho anche l'occasione di andare a visitare le suore dove ma non nell'uovo perché durante gli ultimi tempi della guerra. Anzi da dopo che ero andato via io nell'89 avevano trasferito in un posto vicino e del compound della lumaca dovevi si stava tranquilli perché c'era quel fatto che oggi tanto oggi. Vado a trovarli e mi raccontano di come due che avevano fatto otto tende per mettere in malati e il telefono erano tutti lì, quelli trasferiti lì, quelli riferiti è quello che succede nella chiesa, invece avevano fatto l'ambulatorio e io vado dentro in chiesa e vedo questo ambulatorio e provola Suor Maria Elisa che la al medico che l'ombelico e come scusa potevi andare in un altro posto a mettere l'ambulatorio in una chiesa, non preoccuparti lì apposta, così di lassù vede come vanno le cose della gente, ma ma parlando seriamente, eh. Non come una battutina. Infatti era diventata l'ambulatorio. Tanto per facciamo un passettino sulle persone. Con il Ministero della Salute Lidl di maputo si doveva andare a vedere un tale che aveva bisogno di cose e con un aeroplanino di quelli lì insieme all'ingegnere e alcuni funzionari del ministero nel giro era previsto anche passare lì dove c'erano tutte queste accampamento di tende lì come scendo lì, Erano passati tre quattro delle persone che io avevo conosciuto il primo anno e son venute tutte contente cose del genere e quelli del del ministero non fa. Ma scusa. Com'è sta storia quanti anni è che non vieni che non vedi? Stai a casa 13 anni? Non capisco più niente, ma perché perché per te non lo so. Perché comunque anche lì conferma che non sono selvaggi ma sono persone che ragionano terminata la guerra degli ultimi due anni che sono stato giù andando verso il confine con la exor Desia, andiamo a Thunder. A un certo punto dico all'autista di Senti una cosa, guarda che lì davanti c'è un posto di blocco di quelle che avevano messo quando si era vero e lui con un'aria così non lo hai che la guerra è finita come dirmi, ma capisci niente, ma è lo stesso discorso A1 riparlo mi metto a parlare con una persona dico ma scusa voi a Qui avete avuto 27 anni di guerra 10 per l'indipendenza e 17 per la guerra civile. Ma mi spieghi come si può fare andare avanti? Risposta dura è secca. Non lo sai che noi siamo un po' quello che non si guarda indietro, non abbiamo altro da fare che tira le che guardare dati. Che Riflettevo di gomma siamo proprio noi a non capire niente e quindi di questi fatti ne avrei da raccontare una una Nevica ancora uno dove ancora in tempo di guerra, doveva doveva arrivare una macchina, avevamo ordinato un pick-up e non arrivava mai un giorno alle 2 sapendo di trovare il concessionario vado da lui 40° sole a picco vado da lui e per un quarto d'ora e se non di più. Ho scaricato tutti gli improperi di cui ero capace di raccogliere il inventari, però poi era un mozambicani mozambicano. E dopo averlo caricato di improperi, a certo punto ho esaurito il vocabolario niente. Mi sono fermato impassibile come una statua fa. Ma scusa adesso che ti sei arrabbiato la macchina arriva no? E lui mi fa Ma allora perché ti arrabbi ma non lo sai che con 40 all'ombra o al sole alle 2 del pomeriggio dopo che hai mangiato ti rischi di prenderti Qualche malanno grosso e soprattutto di farti del male perché tanto non arriva. Allora senti mi fa Ma tu non lo sai che domani il sole sorge ancora? Dopodiché il buon settentrionale e buon europeo, si siede per terra e dice guarda quanto sono scema per dire che in effetti la Giusy e io ho trovato un ambiente, ho visto. Ho imparato che non siamo noi i detentori della saggezza tanta in un popolo provato da 27 anni di guerra. Non esageriamo per cui questo è un po' la sintesi, forse un po' troppo lunga, ma di quello che è stata la mia esperienza lì, ma Il rischio è che avendo raccontato questa storia uno possa dire e Vabbè quello si è vantato della cosa, l'unica cosa di cui mi vanto il beneficio che io ne ho tratto perché io partivo con la valigia piena di cose di magliette di scarpine di qualche cosa che avevano detto di portare giù tornavo indietro con una valigia di sensazioni e di ammaestramenti e di cose che pesa 30 kg a venire su perché questo viene oppure riconoscere per cui io racconto volentieri questa mia storia. Ma la racconto perché? E voglio raccontare quello che ha voluto dire per me Rai sostanza. E quindi poi ci sono tornato nel 99 ancora per un piccolo incarico di qualche tempo e poi nel 27 ancora una volta, ma questo per accompagnare un parente della suora che aveva aveva Sistemare l'impianto elettrico di che cosa è questo vale la pena dopo la fine della guerra comune che ha il governo che aveva sequestrato tutti gli gli ambienti religiosi ha restituito al vescovo della Diocesi un Carmelo un vecchio. Per me ok? Non è mai forse aveva appena cominciato a funzionare o forse era appena finito di costruire che non era è perché poi è venuta la guerra. Il governo lo ha sequestrato eccetera eccetera non restituisce al vescovo, il quale dice non so cosa fare. Quella brava donna l'acqua i baffi. Tanto erano ancora cresciuti, dunque un Carmelo dove c'era un bel cortile come era un commento. No piano di sotto delle stanzette dei servizi al piano di sopra tutte le camere dunque, quando io l'ho visto per la prima volta dal primo piano sopra c'era una non una piramide un semi cono di escrementi, perché i soldati che erano stati lì dentro avendo intasato gli scarichi dei bagni perché non c'era qualcuno rete la buttavano lì e ne hanno fatto una piramide un tronco di cono. Va bene e che e poi è quello locale lì è diventato un ospedale una un ospedale per TBC TBC RDS. gestito da da questa Certo, fulmine d&d monaca che c'era lì, vabbè a questo punto per il Mozambico cene avanza, però pensa uno che dopo 27 anni di guerra si trova lì. E questo chi vuol dire fortuna è vuol dire essere lì durante la trattativa di pace essere il giorno in cui la trattativa sembra fallire essere il giorno in cui la trattativa ha avuto esito e aver potuto ancora vedere. E che le cose si stavano sistemando con quel signore. Era che mi ha detto che loro non si guardano indietro a questo punto cosa vuoi dire meglio di così non poteva capitarmi. Boh è questo qui è stato il loro ringraziamento implicito, ovviamente di quelle poche cose che ho fatto, cioè perché in Mozambico nel periodo in cui sono stato giù io qualunque cosa tu facessi buttare una goccia d'acqua nel mare. Era una voce, magari era anche meno perché i bisogni erano infiniti alle cose e soprattutto conclusione. Beh rispetto a quello che ho dato poco e niente perché mi hai ricevuto incommensurabile punto

Word search

Search for a word, then select a phrase to listen from that point.

Select a word in this transcription to listen to the story from this point

pare che ci siamo fermati pressappoco alla perché va fino al 1989 da quando sono andato In pensione, c'è una brevissima premessa che mi sembra che Nel dopo la laurea di mio figlio Carlo 84 e lui ha deciso che il militare non voleva farlo e siccome medico si è informato ha e trovato il cuore che gli offriva la possibilità di andare In Mozambico e fare il servizio civile anziché il servizio presa al volo.

anche se prima si doveva andare In Tanzania e la famiglia era abbastanza soddisfatto per il paese, tranquillo.

poi quando hanno deciso che dovresti andare In Mozambico è stata un po' più di titubanza nella faccenda, però non dipendeva da noi fatto che dopo due anni che Carlo era In Mozambico dal 86 all'88, decidiamo di andare a trovarlo 15 o 20 giorni, siamo partiti prudentemente.

mia moglie ha fatto un'assicurazione perché lasciamo a casa altri due figli e siccome si andava In un posto dove c'era la guerra con mi piacevano è stata una cosa potente.

ma c'è poi un momento In cui effettivamente abbiamo pensato che fosse una buona operazione fare un assicurazione dopo arriviamo a maputo dopo un viaggio abbastanza partendo da Torino Parigi Parigi maputo c'era una linea della Parigi e piccolo dettaglio a Lisbona, c'era una suora che aveva un grosso microscopio per ragioni sanitarie, chiedeva se qualcuno poteva darle una mano per caricarlo sul per non metterlo nella ma mentre eravamo lì.

Guarda la suora Guarda mia e quando sente che noi siamo In viaggio per il Mozambico fa.

ma per caso lei non è mica la mamma del dottor Carlo? In effetti Sì, abbiamo fatto anche il viaggio di andata breve sosta, Brazzaville con un aeroplano ancora di quelli quattro motori, ma motori a scoppio quindi un Baccano della malora.

Vabbè fatto finora un Boeing, poi i numeri dei Boney arriviamo noi siamo ospitati nella Foresteria del e dopo due o tre giorni dopo aver sentito che profumo aveva l'aria della guerra che non erano a fare da poco andiamo all'aeroporto e con un piccolo aeroplano avioneta un solo motore un solo Benissimo, ci imbarchiamo un certo punto il pilota scende dal suo posto va e In coda aereo.

lo alza un pochino per vedere se era Allora scarica la nostra valigia perché era più pesante e dopodiché.

Vabbè adesso siamo a posto.

va bene? andiamo d'un convento ovviamente l'aereo deve viaggiare Controvento per potersi alzare e questo il rumore di quel motore sembra proprio una un piangente un accidente della Madonna fatica boia proprio per riuscire a prendere quota poi una volta che è stato sopra e mia moglie che era seduta vicino a me fa meno male che abbiamo fatto l'assicurazione.

e questo va bene scendiamo a maputo.

dopo un'oretta di volo 250 km.

ma quelle gli aeroplani linea tenendo conto che un motore solo il primo pensiero viene.

Speriamo che tenga un solo volta, Speriamo che non gli prende un coccolone siamo arrivati, poi ci troviamo qui Le perché che sono venute a trovarci In In aeroporto? succede che andiamo da Carlo e ci fa fare un giro nei posti Nel dintorno perché era e quindi In ogni dove si poteva c'era una ecco questo forse vale la pena anche di dirlo che è poi una cosa che ho sperimentato e ho avuto conferma.

anche successivamente che c'era una specie di Tacito accordo tra una lumaca, Cioè una di una multinazionale del cotone e che avrebbe dovuto pagare i terreni sui quali doveva pagare indennizzare la gente che doveva andar via dai propri territori per i e non so bene come sia stato dove esserci un segreto compromesso tra Le due parti tra il Governo rivoluzionario visti e comuni sovietico era multinazionale di stile molto occidentale, e poi c'era la guerriglia che era contro il governo, Allora quelli della guerriglia andavano e nei paesini ammazzavano un po' di gente la gente scappava la lumaca si presentava al Governo di questo territorio che tutto e Allora glielo davano In concessione senza fatto questo comincia questo questo giro In ospedale per raccontare tutto perché ne e poi un giorno qui Carlo.

ci porta In un borgo In un piccolo paesino, ma Chiama più che altro una sveglia, Cioè qualche qualche un po' di capanne dove una suora italiana come sue avevano un centro di salute così chiamato per e soprattutto per i bambini malnutriti.

Portala con queste e poi come suore.

Vabbè ci si vedeva ogni ora di partire per tornare In dico alla scuola.

senti io l'anno prossimo sono In pensione, se hai qualcosa da darmi da fare e ci Natale mi arriva una letterina In cui gli fanno presente che ci sarebbe stato ospedali un un piccolo centro di salute di dove c'era già questo ti consente un po' più attrezzato con un servizi esterni richiamano che sarebbero i ambulatorio benissimo vado In pensione fine marzo dell'89 a luglio, prendo l'aereo e vado a fare quello che mi hanno chiesto di nuovo un con tutte Le cose e finalmente arrivo In questo paesino e ci sono andato contro il parere di dell'addetto alla sicurezza del luogo perché la era fuori il controllo dall'esercito.

comunque va va bene il comincio che per i primi quindici o venti giorni sono andato In giro accompagnato dalla scuola a vedere come fanno Le costruzioni perché non potevo immaginare neanche volevo chiedere quello che loro non avevano l'abitudine di fare insomma che poi metto Giusti disegni, secondo i precetti di questa suora qui che non aveva non aveva i baffi umani, ma aveva due baffi a manubrio di quelli che mettiamo e giù si parte con la squadra di uomini che hanno trovato e si fanno Le fondazioni mio permesso scadeva dopo dopo tre mesi 3 mesi, poi c'erano sempre tre mesi un fatto sta Vabbè, andiamo avanti si lavora cosa del genere si sentivano delle scaramucce tu perché si deve vestire e 3-4 prima giorni di partire una sera Cominciamo a sentire degli spari.

Allora io mi sono trovato steso sul corridoio della casa dove eravamo noi è seduto per terra perché Nel corridoio perché sulla destra due muri e sulla finestra altrettanti io e quattro cuore suore e siamo 2 ore e mezza di un Arcano della malora che non finiva certo punto sento tipo che conosci un po' come mai che cos'è sto rumore della suora? che che aveva paura, poi l'unico non dico cosa qual era la vita lì, ad esempio la doccia col pentolino un secchio d'acqua con un pentolino una cosa significativa è stata questa che quella donna che provvedeva l'acqua per la casa e la tirava su dal Pozzo aveva un bambino sulla per un mese di fila a malapena mi diceva dopo pronto, dopo un mesetto la mattina si è messa a chiacchierare domanda alla sua.

Dimmi un po' ma cos'è capitato quella lì, quella si domandata per un mese, che cosa eri qui a qui qui è la prima lezione che che prendi che credi di andarli a fare il bellimbusto, ma l'hotel quadrano bene prima di va bene e poi Allora mancavano tre giorni, avrei dovuto andar via subito ma loro volevano fare la festa.

ho detto Vabbè, fermiamoci ancora tre o quattro decidono per la festa è la festa è consistita Nel passare da fare il pranzo insieme con un tra l'altro un capretto portato da uno che ha fatto 30 km 30 ma sono cose da ricordare queste qui perché ho fatto 30 km per perché perché meritava la quel giorno della festa domenica cominciano a mezzogiorno e andiamo avanti andiamo anche un certo punto dico la sua fra un po' il sacerdote che veniva la domenica quando poteva la Mira ASD che se ne andrà via e andare via, andiamo via mi sono sentito.

ma come ma Sei sono qui per fare festa, andiamo avanti fino alla fine e quel giorno signore che ha regalato la presenza di questa gente contenta per farmi la festa, però a metà all'ora di merenda.

la suora mi dice Vieni a sederti qui e mi mette un piatto sulle ginocchia e dice adesso passano per darti dei soldini perché tu possa utilizzarli per il viaggio altra Calci Nel sedere perché li baci e abbracci il giorno può corrodere ne l'anno successivo vado Intanto quel lavoro era stato sospeso perché c'era la a particolare è il capomastro, Diciamo così il capo del della squadra che ora mi ha chiesto tu prima di andar deve via arrivare con i mattoni fino all'altezza delle finestre In modo che io sappia qui c'è il muro.

qui c'è la finestra.

qui c'è una porta e dentro ci sono In 3 mesi.

Dopodiché ci aggiustiamo noi siamo arrivati a quello che si devono e me ne sono e Rifacciamo il viaggio di ritorno contenti e dopo beati aver salutato il figlio e gli amici l'anno dopo di nuovo giugno così Le condizioni lo consentivano.

e Allora sono tornato sono tornato su e abbiamo fatto una casa per raccogliere.

ma questo non borgo nera nella cittadina per accogliere ragazze che venivano a fuoco di dove c'era un centro un po' più grosso con la scuola per studiare e fare benissimo anche anche la solita raccomandazione e mi arriva alle finestre di no lo stesso discorso di prima perché loro non hanno almeno.

Allora non avevano capacità di trasferire da un disegno alla realtà al Benissimo.

facciamo tutto questo e arriviamo e Intanto un paio di volte sono andato a vedere il lavoro di prima e e poi via sono tornato qui quando arrivo a Torino, dopo qualche tempo il qua quello aveva che e dove per il quale con il quale Carlo era In Africa e mi chiede se posso andare giù a fare una sostituzione di un regista In capitale Benissimo, vado giù soliti cose ministeri e cose del genere, comunque era un po' più pacifica la cosa In capitale perché e vado giù quella volta è quello era già il 91 e Intanto si parlava già che qualcuno poi sapevo che era il nostro Ambasciatore In è il vescovo di Beira, il nostro Ambasciatore trattava non per conto perché è stata un'iniziativa tra i due, Cioè sapendo che c'era questo è il vescovo di Elena che era la zona dove fioriva la la la rivoluzione della guerra civile e incominciano fare a Le trattative e naturalmente soggiorni non erano una Gran meraviglia, però eravamo In città, quindi Un'altra e Nel 91 giù di comincia a serpeggiare l'idea che forse si poteva arrivare a una composizione della cosa.

e Intanto Finito il mio turno ritorno a casa, dopo qualche tempo non voglio qualche mese altra telefonata del direttore del pua alle 9 di sera era il suo stile sta attento Benetton.

sta attento e Allora Don Luigi.

Dimmi dove devo andare perché ormai avevo capito la tua.

È giù di nuovo Un'altra volta Nel 92 questa proposta di pacificazione fiere consolidata il primo ottobre del 92 dovevano sottoscrivere la pace frelimo a Governo renamo bandus come chiamava il primo dei gol verso sera arriva la notizia che c'erano delle difficoltà Nel corso del In città c'era un attenzione come se fosse stato un solido 380000 volt di e bisognava a l'ambasciata a tutti gli italiani ha mandato un messaggio che non uscisse che non si usi, quindi 2-3 giorni di tensione proprio altissima, il 4 mattina arriva la la notizia che tramite con il tramite che durava già da tempo del Sant'Egidio di comunità di San Siro, ma ci sarebbe firmata la pace esplosione di gioia di poi giù ci sono andato altre volte e poi non solo In capitale, ma anche a Beira dove Carlo era tornato una volta e io ero giù per dare una mano per riparazioni varie delle costruzioni delle cose del genere e compiti, magari perché poi devi Adattarti fare a tutto quello che c'è bisogno di fare va bene e Nel Diciamo così Nel 94 finisce la mia avventura In Mozambico diretta ufficiali, Nel frattempo dopo la fine della guerra sono andate avanti, ma calma, bisogna era il capitolo.

quindi dal Dall'ottobre 92 del al 94.

quando è stata l'ultimo incarico che hanno poi ce n'è stato uno Nel 99, ma quello era anche la pace si consolida e Nel frattempo ho anche l'occasione di andare visitare a Le suore dove ma non nell'uovo perché durante gli ultimi tempi della guerra.

anzi da dopo che ero andato via io nell'89 avevano trasferito In un posto vicino e del compound della lumaca dovevi si stava tranquilli perché c'era quel fatto che oggi tanto vado a trovarli e mi raccontano di come due che avevano fatto otto tende per mettere In malati e il telefono erano tutti lì, quelli trasferiti lì, quelli riferiti è quello che succede nella chiesa, invece avevano fatto l'ambulatorio e io vado dentro In chiesa e vedo questo ambulatorio e provola suor Maria Elisa che la al medico che l'ombelico e come Scusa potevi andare In un altro posto a mettere l'ambulatorio In una chiesa, non preoccuparti apposta, così di lassù vede come vanno Le cose della gente, ma ma parlando seriamente, eh.

non come una battutina.

infatti era diventata tanto per facciamo un passettino sulle con il ministero della salute Lidl di maputo si doveva andare a vedere un tale che aveva bisogno di cose e con un aeroplanino di quelli insieme all'ingegnere e alcuni funzionari del ministero Nel giro era previsto anche passare dove c'erano tutte queste accampamento di tende come scendo lì, erano passati tre quattro delle persone che io avevo conosciuto il primo anno e son venute tutte contente cose del genere e quelli del del ministero non fa.

ma scusa.

com'è sta storia quanti anni è che non Vieni che non vedi? Stai a casa 13 non capisco più niente, ma perché perché per te non lo so.

perché comunque anche conferma che non sono selvaggi ma sono persone che ragionano terminata la guerra degli ultimi due anni che sono stato giù andando verso il confine con la exor Desia, andiamo a a un certo punto dico all'autista di senti una cosa, Guarda che davanti c'è un posto di blocco di quelle che avevano messo quando si era vero e lui con un'aria così non lo hai che la guerra è finita come dirmi, ma capisci niente, ma è lo stesso discorso A1 riparlo mi metto a parlare con una persona dico ma Scusa voi a qui avete avuto 27 anni di guerra 10 per l'indipendenza e 17 per la guerra civile.

ma mi spieghi come si può fare andare risposta dura è non lo sai che noi siamo un po' quello che non si Guarda indietro, non abbiamo altro fare da che tira Le che guardare che Riflettevo di gomma siamo proprio noi a non niente capire e quindi di questi fatti ne avrei da raccontare una una nevica ancora uno dove ancora In tempo di guerra, doveva doveva arrivare una macchina, avevamo ordinato un pick-up e non arrivava mai un giorno alle 2 sapendo di trovare il concessionario vado da lui 40° sole a picco vado da lui e per un quarto d'ora e se non di ho scaricato tutti gli improperi di cui ero capace di raccogliere il inventari, però poi era un mozambicani e dopo averlo caricato di improperi, a certo punto ho esaurito il vocabolario niente.

mi sono fermato impassibile come una statua fa.

ma Scusa adesso che ti Sei arrabbiato la macchina arriva e lui mi fa ma Allora perché ti arrabbi ma non lo sai che con 40 all'ombra o al sole alle 2 del pomeriggio dopo che hai mangiato ti rischi di prenderti qualche malanno grosso e soprattutto di farti del perché male tanto non Allora senti mi ma tu non lo sai che domani il sole sorge ancora? Dopodiché il buon settentrionale e buon europeo, si siede per terra e dice Guarda quanto sono scema per dire che In effetti la Giusy e io ho trovato un ambiente, ho visto.

ho imparato che non siamo noi i detentori della saggezza tanta In un popolo provato da 27 anni di guerra.

non esageriamo per cui questo è un po' la sintesi, forse un po' troppo lunga, ma di quello è stata la mia esperienza lì, il rischio è che avendo raccontato questa storia uno possa dire e Vabbè quello si è vantato della cosa, l'unica cosa di cui mi vanto il beneficio che io ne ho tratto perché io partivo con la valigia piena di cose di magliette di scarpine di qualche cosa che avevano detto di portare giù tornavo indietro con una valigia di sensazioni e di ammaestramenti e di cose che pesa 30 kg a venire su perché questo viene oppure riconoscere per cui io racconto volentieri questa mia ma la racconto e voglio raccontare quello che ha voluto dire per me Rai e quindi poi ci sono tornato Nel 99 ancora per un piccolo incarico di qualche tempo e poi Nel 27 ancora una volta, ma questo per accompagnare un parente della suora che aveva aveva sistemare l'impianto elettrico di che cosa è questo vale la pena dopo la fine della guerra comune che ha il Governo aveva che sequestrato tutti gli gli ambienti religiosi ha restituito al vescovo della Diocesi un Carmelo un vecchio.

per me ok? non è mai forse aveva appena cominciato a funzionare o forse era appena Finito di costruire che non era è perché poi è venuta la il Governo lo ha sequestrato eccetera eccetera non restituisce al vescovo, il quale dice non so cosa quella brava donna l'acqua i baffi.

tanto erano ancora cresciuti, Dunque un Carmelo dove c'era un bel cortile come era un commento.

no piano di sotto delle stanzette dei servizi al piano di sopra tutte Le camere dunque, quando io l'ho visto per la prima volta dal primo piano sopra c'era una non una piramide un semi cono di escrementi, perché i soldati che stati erano dentro avendo intasato gli scarichi dei bagni perché non c'era qualcuno rete la buttavano e ne hanno fatto una piramide un tronco di va bene e che e poi è quello locale è diventato un ospedale una un ospedale per TBC TBC gestito da da Certo, fulmine d&d monaca che c'era lì, Vabbè a questo punto per il Mozambico cene avanza, però pensa uno che dopo 27 anni di guerra si trova lì.

e questo Chi vuol dire fortuna è vuol essere dire durante la trattativa di pace essere il giorno In cui la trattativa sembra fallire essere il giorno In cui la trattativa ha avuto esito e aver potuto ancora e che Le cose si stavano sistemando con quel signore.

era che mi ha detto che loro non si guardano indietro a questo punto cosa vuoi dire meglio di così non poteva capitarmi.

Boh è questo qui è stato il loro ringraziamento implicito, ovviamente di quelle poche cose che ho fatto, Cioè perché In Mozambico Nel periodo In cui sono stato giù io qualunque cosa tu facessi buttare una goccia d'acqua Nel mare.

era una voce, magari era anche meno perché i bisogni erano infiniti alle cose e soprattutto conclusione.

beh rispetto a quello che ho dato poco e niente perché mi hai ricevuto incommensurabile punto